AshelyGrahamLe donne sono tornate a far le donne, anche nelle pubblicità di moda. Dopo anni di campagne inneggianti a una magrezza ai limiti della salute e che hanno persuaso ragazzine (e ragazzin-i) adolescenti, troppo piccole/i per comprendere il confine tra il peso giusto e l’anoressia, dopo i trucchi di photoshop svelati dai grafici e fotografi e dopo le confessioni di modelle nella morsa del ricatto – se non dimagrisci non sfili, dunque non lavori, e se non lavori non mangi (per fare del sarcasmo brutale) – la moda cambia direzione e riscopre tutte le taglie.

A partire da Desigual, marchio nato nel 1984 dalla passione del fondatore svizzero Thomas Meyer per il sole e lo stile libero di Ibiza, che per questa estate lancia una campagna, subito diventata virale, in cui non viene usato Photoshop: «Non seguiamo i trend e viviamo la diversità più come ispirazione che come posizionamento», spiega il direttore comunicazione Daniel Perez che non è nuovo all’elogio della non omologazione. «La chiave del nostro successo è sempre stata la convinzione di voler vestire persone, non corpi». E infatti per la linea di costumi da bagno ha scelto la modella Charli Howard, famosa per aver postato le sue foto con la cellulite.

Charli Howard   Charli Howard

E mentre sale l’adrenalina in attesa del film dedicato al serial «Baywatch» (la cui uscita è prevista per il 1° giugno), che ha reso Pamela Anderson una star e ha sdoganato il costume intero rosso fuoco (un grande ritorno di questa estate, tra l’altro), la modella curvy più famosa del mondo, Ashley Graham, sta rispondendo alla «febbre di Baywatch» (che punterà sulle nuove bellissime e magrissime protagoniste), postando sul suo profilo Instagram gli scatti della campagna #sminsuitsforall. In nome del suo motto, «La bellezza è in tutte le taglie», la modella posa per la linea di costumi da bagno dedicati a ogni tipo di donna dalle più smilza alla curvy. Ahley mostra il suo corpo con coraggio, diffonde un pensiero di libertà attraverso i media (ultima la chiacchierata-intervista con Roberto Saviano) e aiuta le donne a mostrarsi per ciò che sono senza vergogna.

Ashely graham   Ashely Graham

Anche il brand di intimo inglese, Neon Moon, ha sovvertito il classico sistema di misurazione associando a ogni taglia un complimento. E allora: Lovely (bello), Gorgeous (magnifico), Beautiful (bellissimo), Fabulous (favoloso) e Stunning (stupendo) sono diventati gli aggettivi con cui vengono classificati reggiseni e slip dalla XS alla XXL. «Misurare il corpo è un processo attento e positivo. Il valore personale non è definito da un numero su un nastro di misurazione. Sei bellissima, qualunque taglia tu abbia», si legge sul sito web del marchio dove è possibile scaricare e stampare anche unmetro sartoriale personalizzato con i complimenti per ogni taglia.

neonmoon   neonmoon 1

Una nuova tendenza che, si spera, non voglia inneggiare al consumismo e all’alimentazione scorretta, passando così da un estremo all’altro com’è spesso d’uso nella società contemporanea. Piuttosto un modo gentile per recuperare, e reintegrare nell’immaginario collettivo, il corpo verace della donna, nelle sue curve e nel suo essere simbolicamente «vaso» come scriveva Erich Neumann ne «La Grande Madre»: ovvero capaci di contenere, custodire, trattenere, e anche dare alla luce.

Anna Marchitelli